Più veloce, più conveniente e più ecologico, ecco il nuovo ascensore dell'Hotel Firenze
Più veloce, più conveniente e più ecologico, ecco il nuovo ascensore dell'Hotel Firenze 15-11-2016

Sulle rive del Lago di Garda, più precisamente ad Assenza di Brenzone (VR), sorge l’Hotel Firenze, accogliente struttura che ogni anno ospita numerosi turisti desiderosi di godersi il panorama del lago. L’edificio infatti è composto da numerose camere distribuite su più piani ognuna delle quali offre una splendida vista sul Lago di Garda.

 

L’albergo è stato da sempre dotato di ascensore, con gli anni tale impianto è diventato vecchio e obsoleto ed è stato necessario un intervento di sostituzione completa. La famiglia proprietaria dell’hotel ha deciso di affidarsi alle mani esperte della ditta Pizzeghella e Stevan che in questo lavoro ritiene di aver espresso in pieno le proprie capacità.

 

Il vecchio ascensore era un impianto oleodinamico con cabina 1,15 x 0,75 m, per 4 persone, con velocità di circa 0,40 m/s, potenza impegnata 15 kW, locale macchina al piano terra e porta larga circa 65 cm. Pizzeghella e Stevan ha provveduto allo smontaggio e rimozione del vecchio impianto e, senza necessità di nuove opere murarie, ha fornito e installato un impianto di nuova tecnologia con un portale su misura con 4 ante che ha permesso di aumentare la luce delle porte a 85 cm. La cabina, eliminando il pistone posteriore, è stata portata ad una larghezza di un metro e una profondità di 1,20 m consentendo così l’accesso a carrozzine per bambini o disabili e aumentando la capacità da 4 a 6 persone. La velocità dell’ascensore è stata portata a 0.80 – 1.00 m/s.

 

La potenza impegnata è passata da 15 kW a 4 kW monofase nonostante il raddoppio della velocità e l’aumento della portata del 50%. Il funzionamento poi è il massimo del comfort, con partenza ed arrivi dolci e graduali grazie al motore in corrente continua a 652 giri al minuto, l’impianto risulta essere anche molto silenzioso. Il freno interviene solo ad impianto fermo, come sicurezza, quindi non si usura e il motore non viene stressato e la durata dello stesso di conseguenza si allunga. Per gli impianti automatici vi è poi la possibilità di inserire l’apertura delle porte in fase di livellamento consentendo un notevole vantaggio sull’utilizzo, ma soprattutto una enorme sicurezza psicologica in quanto a 8/10 cm dall’arrivo la porta inizia ad aprirsi. In caso di mancanza di corrente questo elevatore può fare 50-60 corse ravvicinate o distribuite in più giorni eliminando la necessità del gruppo elettrogeno. In caso di un calo di tensione inoltre, l’impianto continua a funzionare senza andare in blocco. Il locale macchina al piano terra è stato eliminato e lo spazio è stato interamente recuperato dai proprietari dell’albergo.

 

Tutta la parte inquinante del vecchio elevatore (oli, pistone, tubazioni con relative perdite nella fossa) è stata eliminata ed è stata sostituita da un impianto elettrico di nuova concezione con macchina in testata costruito interamente in Italia, quindi più moderno, più sicuro e molto più affidabile. Un occhio di riguardo è stato dato anche all’estetica dell’impianto, rifinito totalmente in acciaio inox come richiesto dal cliente.

 

Il nuovo ascensore installato da Pizzeghella e Stevan all’Hotel Firenze ha soddisfatto pienamente tutte le aspettative prestazionali ed estetiche del cliente che ora può vantare nella propria struttura alberghiera la presenza di un elevatore tecnologicamente avanzato utilizzabile da tutti gli ospiti.


Condividi

SOS