Ascensore o Piattaforma Elevatrice? Scopriamo le differenze!
Ascensore o Piattaforma Elevatrice? Scopriamo le differenze! 13-09-2017

Scegliere se installare un ascensore piuttosto che una piattaforma elevatrice non è semplice come può sembrare. Spesso infatti non si conoscono affatto le differenze tra un impianto e l’altro. Entrambi servono a superare un dislivello ma ognuno di essi si adatta in modo diverso ai vari contesti di installazione.

 

L’ascensore generalmente è consigliato per edifici con più di 4 piani ed un elevato traffico di persone mentre la piattaforma elevatrice, anche detta mini-ascensore o ascensore domestico, è più adatta ad edifici con meno di 4 pianti ed un basso traffico di persone.

 

Le differenze delle due tipologie di impianto sono sostanzialmente le seguenti:

 

 

Ascensore

 

• Con porte di cabina

• Velocità maggiore

• Funzionamento automatico

• Risponde alla direttiva 95/16/CE

 

Piattaforma elevatrice

 

• Con e senza porte di cabina

• Fossa meno profonda

• Altezza dell'ultimo piano più alto contenuta

• Velocità ridotta

• Quando è priva di porte di cabina il funzionamento è obbligatoriamente a uomo presente (il pulsante di chiamata deve rimanere premuto per tutto il tempo della corsa)

• Risponde alla direttiva 2006/42/CE

• Adatto agli edifici in ristrutturazione in quanto richiede meno spazio e interventi sull’edificio meno invasivi

• Costo d’acquisto contenuto

 

Come gli ascensori, anche le piattaforme elevatrici possono avere azionamento oleodinamico od elettrico.


Condividi

SOS