Quale ascensore scegliere? Oleodinamico o elettrico?
Quale ascensore scegliere? Oleodinamico o elettrico? 20-09-2017

Una volta deciso che quello che soddisfa di più le proprie esigenze è un ascensore e non una piattaforma elevatrice si arriva al seguente dilemma: meglio un ascensore oleodinamico o uno elettrico?

 

Esistono infatti due tipologie di ascensori che si differenziano per il tipo ti funzionamento: elettrico appunto o idraulico.

 

Vediamo quali sono le caratteristiche dei due tipi di ascensore per orientarsi nella scelta:

 

ASCENSORI OLEODINAMICI (o idraulici)

 

Il funzionamento dell’ascensore oleodinamico avviene grazie ad una centralina idraulica che mette in pressione dell’olio all’intero di un cilindro facendo così estendere uno stelo in cima al quale è applicata una puleggia. Sulla puleggia scorrono delle funi ancorate al fondo fossa ed alla cabina. Ogni metro di fuoriuscita del pistone corrisponde a due metri di sollevamento della cabina. La discesa della cabina avviene invece per forza di gravità e la velocità del movimento viene controllata gestendo il deflusso dell’olio dal cilindro. La centralina idraulica viene posizionata in un luogo specifico, il cosiddetto locale macchina, oppure in un armadio metallico. Entrambe le sistemazioni devono avere delle caratteristiche specifiche di sicurezza, come per esempio un’altezza minima di 2000 mm, porta metallica apribile verso l’esterno, areazione adeguata.

 

ASCENSORI ELETTRICI

Il funzionamento dell’ascensore elettrico avviene grazie ad un macchinario di sollevamento (argano) a trazione elettrica che trasmette il movimento di salita o di discesa a delle funi che collegano la cabina ad un contrappeso. Generalmente il contrappeso corrisponde al peso della cabina più metà portata della stessa. Il motore può essere con o senza riduttore (gearless). Negli ascensori di nuova generazione Il macchinario di sollevamento viene posizionato all’interno del vano corsa della cabina e non è quindi necessario un locale ad esso appositamente dedicato.

 

VANTAGGI E SVANTAGGI

 

Vantaggi ascensore oleodinamico:

 

- Costo di acquisto più basso

- Facilità di costruzione

 

Svantaggi ascensore oleodinamico:

 

- Impianto lento

- Corsa limitata alla lunghezza del pistone

- Alto consumo elettrico in fase di spunto (a parità di velocità e portata consuma circa 10 volte di più di un impianto elettrico)

- Utilizzo di olio inquinante che si può surriscaldare se supera le 30-40 corse all’ora

 

Vantaggi ascensore elettrico:

 

- Minore consumo energetico

- Costi di gestione bassi

- Assenza di materiali inquinanti

- Impianto veloce

- Migliore allineamento al piano

- Comfort di marcia

- Corsa illimitata

- Risparmio dello spazio per il locale macchine che, nel caso fosse già esistente, può essere recuperato e destinato ad un altro uso

- Funzionamento anche in caso di black-out

 

Svantaggi ascensore elettrico:

 

- Costo di acquisto leggermente più alto

 

Contrariamente a quanto si pensa, anche l’ascensore idraulico è dotato di funi eccetto in alcuni rari casi che servono solamente un numero molto ridotto di piani.


Condividi

SOS